Normative relative ai guanti di protezione

EN 420

Requisiti generali per i guanti di protezione:

I guanti di protezione rispettano i requisiti generali della EN 420 per quanto concerne la progettazione e la fabbricazione, la resistenza alla penetrazione dell’acqua, l’innocuità, la confortevolezza e l’efficienza.

Guanti “solo per rischi minori”

Guanti destinati a proteggere l’utilizzatore da uno o più dei seguenti casi:
  • Azione meccanica, i cui effetti siano superficiali (guanti da giardinaggio, ecc.);
  • Materiali detergenti a debole azione e dagli effetti facilmente reversibili (guanto che fornisce protezione contro soluzioni detergenti diluite, ecc.);
  • Rischi incontrati nella manipolazione di componenti caldi che non espongano l’utilizzatore ad una temperatura maggiore di 50 °C oppure ad impatti pericolosi;
  • Agenti atmosferici di natura né eccezionale, né estrema (indumenti stagionali);
  • Impatti minori e vibrazioni che non coinvolgono parti vitali del corpo e i cui effetti non possano causare lesioni irreversibili.

EN388

Rischi meccanici

Guanti di protezione contro almeno uno dei seguenti rischi meccanici: abrasione, taglio da lama, lacerazione e perforazione.

a
Resistenza all’abrasione (livello da 0 a 4)
b
Resistenza al taglio da lama (livello da 0 a 5)
c
Resistenza alla lacerazione (livello da 0 a 4)
d
Resistenza alla perforazione (livello da 0 a 4)
O
Il guanto non ha superato il test specifico
X
Il guanto non è stato sottoposto alla prova oppure il metodo di prova non sembra idoneo per la progettazione o materiale del guanto
Un guanto di protezione contro rischi meccanici deve possedere un livello di prestazione 1 o superiore per almeno una delle caratteristiche sopra citate.

EN 1082-1

Guanti e manicotti contro tagli causati da coltelli a mano

Guanti di protezione contro almeno uno dei seguenti rischi meccanici: abrasione, taglio da lama, lacerazione e perforazione.

Impiegati particolarmente nel caso di utilizzo di coltelli a mano in mattatoi, industrie di lavorazione della carne, del pesce e dei molluschi, ristorazione su vasta scala, e nelle operazioni manuali di disossamento della carne.
Possono anche offrire adeguata protezione a coloro che lavorano con coltelli a mano nell’industria della plastica, della pelle, tessile e della carta, nella posa di pavimentazioni e in simili attività.



EN 407

Rischi termici (calore e/o fuoco)

Guanti di protezione contro una o più delle seguenti forme: fuoco, calore da contatto, calore convettivo, calore radiante, piccoli spruzzi o grandi proiezioni di metallo fuso.

I guanti per poter essere testati EN 407 devono essere conformi almeno al livello di prestazione 1 della EN 388 per la resistenza all’abrasione e allo strappo.
Non rientrano in questa norma i guanti per applicazioni specifiche (es. per la lotta all’incendio o per saldatura).

a
Comportamento al fuoco (livello da 0 a 4)
b
Calore da contatto (livello da 0 a 4)
c
Calore convettivo (livello da 0 a 4)
d
Calore radiante (livello da 0 a 4)
e
Piccoli spruzzi di metallo fuso (livello da 0 a 4)
f
Grandi proiezioni di metallo fuso (livello da 0 a 4)
O
Il guanto non ha superato il test specifico
X
Il guanto non è stato sottoposto alla prova oppure il metodo di prova non sembra idoneo per la progettazione o materiale del guanto

EN 511

Protezione dal freddo

Guanti di protezione contro il freddo convettivo e per contatto fino a -50° C.

Tale temperatura puo essere messa in relazione con le condizioni climatiche o con un’attività industriale.
I guanti per poter essere testati EN 511 devono essere conformi almeno al livello di prestazione 1 della EN 388 per la resistenza all’abrasione e allo strappo.
Questi guanti sono realizzati in materiale termicamente isolante, capace di evitare la dispersione del calore dalle mani.
Si impiegano generalmente per lavori in ambienti molto freddi come nelle celle frigorifere, oppure in mansioni che comportano il contatto con oggetti o liquidi molto freddi.

a
Freddo convettivo (livello da 0 a 4)
b
Freddo da contatto (livello da 0 a 4)
c
Impermeabilità all’acqua (livello da 0 a 1)
O
Il guanto non ha superato il test specifico
X
Il guanto non è stato sottoposto alla prova oppure il metodo di prova non sembra idoneo per la progettazione o materiale del guanto

EN 455

Guanti medicali monouso

I guanti medicali monouso sono destinati all’uso in campo medico per proteggere il paziente e l’utilizzatore dalla reciproca contaminazione.
La presente norma è costituita da tre parti.
La prima parte riguarda l’assenza di fori, la seconda parte le proprietà fisiche, e la terza parte riguarda i riquisiti e le prove per la valutazione biologica.
 
EN 421

Radiazioni ionizzanti e contaminazione radioattiva

Guanti destinati alla protezione dalle radiazioni ionizzanti da sorgenti esterne (raggi X - radiazioni Alfa, Beta, Gamma o radiazioni di neutroni) e dalla contaminazione radioattiva.

La norma rigarda i guanti che foniscono protezione alla mano e/o varie parti del braccio e della spalla.
I guanti possono essere conformi ad entrambi i requisiti, oppure ad uno solo, e devono essere marcati di conseguenza.

Protezione dalle radiazioni ionizzanti
Protezione dalla contaminazione radioattiva

EN 374

Rischi chimici e/o microrganismi

Guanti di protezione contro prodotti chimici e/o microrganismi

Devono isolare le mani e/o braccia dell’utilizzatore dal contatto diretto con un prodotto chimico e/o un micorganismo.
EN 374-1Terminologia e requisiti prestazionali
EN 374-2Resistenza alla penetrazione
EN 374-3Resistenza alla permeazione

Guanti impermeabili all’acqua e bassa protezione chimica

Si riferisce ai guanti testati solo per la resistenza alla penetrazione, da usarsi con prodotti chimici liquidi non pericolosi.
La penetrazione è la diffusione, a livello non molecolare, di un prodotto chimico e/o microrganismo, attraverso porosità, cuciture, punte di spillo o altre imperfezioni del materiale del guanto di protezione.
I guanti devono essere a tenuta quando sottoposti alla prova di perdita d’aria e a quella di perdita d’acqua; entrambe le prove devono quindi essere superate.

Protezione da microrganismi

I guanti che resistono alla penetrazione, quando sottoposti a prova in conformità alla EN 374-3, costituiscono un’efficace barriera contro funghi e batteri, non virus.
Inoltre, i guanti provenienti da una partita o un lotto singolo sono prelevati e controllati in conformità alla ISO 2859 per garantire la qualità durante la produzione.
I livelli di collaudo e i livelli di qualità accettabili (LQA) devono raggiungere almeno il livello di prestazione 2.
Livello di prestazione Unità di LQA accettabile Livelli di collaudo
3 < 0,65 G1
2 < 1,5 G1
1 < 4,0 S4

Protezione da prodotti chimici

Il passaggio delle sostanze chimiche attraverso la barriera costituita dal guanto può avvenire per penetrazione o permeazione.
La permeazione è il processo con il quale un prodotto chimico si diffonde attraverso il materiale del guanto a livello molecolare.
La permeazione segue le seguenti fasi: assorbimento delle molecole del prodotto chimico nella superficie di contatto (esterna) del materiale; diffusione delle molecole assorbite nel materiale; deassorbimento delle molecole dalla superficie opposta (interna) del materiale.
Il tempo che intercorre tra l’applicazione iniziale di un prodotto chimico di prova sulla superficie esterna del materiale del guanto e la sua successiva comparsa sull’altro lato rappresenta il tempo di passaggio.
I livelli prestazionali si basano su tempi di passaggio determinati durante il contatto costante con il prodotto chimico di prova in laboratorio:
Indice di permeazione Tempo di passaggio (min)
1 › 10
2 › 30
3 › 60
4 › 120
5 › 240
6 › 480

Prodotti chimici di prova

Il guanto deve essere testato con almeno 3 prodotti fra quelli sotto riportati, e deve avere un livello prestazionale di permeazione pari almeno al livello 2.
Lettera Prodotto Classe Numero CAS
A Metanolo Alcol primario 67-56-1
B Acetone Chetone 67-64-1
C Acetonitrile Composto di nitrile 75-05-8
D Diclorometano Paraffina clorata 75-09-2
E Disolfuro di carbonio Zolfo contenente composto organico 75-15-0
F Toluene Idrocarburo aromatico 108-88-3
G Dietilamina Amina 109-89-7
H Tetraidrofurano Composto eterociclico e di etere 109-99-9
I Acetato d’etile Estere 141-78-6
J n-eptano Idrocarburo saturo 142-85-5
K Idrossido di sodio 40% Base inorganica 1310-73-2
L Acido solforico 96% Acido minerale inorganico 7664-93-9
Le tre lettere riportate sotto il pittogramma indicano che l’indice di permeazione del guanto per quei 3 prodotti chimici è pari almeno a 2.
pagina
Login
Login